La pelle o epidermide è l’organo più esterno ed esteso del corpo umano, che svolge un’azione protettiva sui tessuti sottostanti. La pelle costituisce un serbatoio di lipidi e acqua e consente la sintesi di alcune sostanze necessarie, tra le quali la vitamina D3, che è importante per il nostro organismo, soprattutto per la salute di ossa, muscoli e sistema nervoso. La vitamina D3 si produce grazie alla luce del sole e si assume anche seguendo i consigli della Dieta Mediterranea.

LA NOSTRA PELLE

Invecchiamento intrinseco

Optional button

la nostra pelle

Pigmentazione della pelle

la nostra pelle

Igiene della pelle

Optional button

La nostra pelle

Invecchiamento indotto da fattori ambientali

Le tipologie di pellle

Normale

I dermatologi considerano una pelle “normale” quando è nelle sue condizioni ottimali:
i pori sono ben chiusi, la grana è compatta, l’aspetto è satinato, quasi trasparente,
al tatto è liscia e vellutata.
Massaggiandola risulta morbida
ed elastica, è luminosa e non produce
troppo sebo.

Mista

I dermatologi definiscono una pelle “mista” quando non è uniforme, presentando zone molto aride e secche alternate ad aree impure, acneiche e grasse. Appare lucida e oleosa a livello di naso, fronte e mento, la cosidetta zona T, mentre nella zona delle guance, del contorno occhi e lungo il perimetro delle labbra, appare secca, arida, desquamata e fragile al tatto.

Secca

I dermatologi definiscono una pelle “secca” quando è carente di lipidi, ha un aspetto sottile e fragile, appare poco elastica, disidrata e squamata. Anche il colorito è spento, opaco e poco sano. Si presenta ruvida al tatto, ha una trama irregolare e invecchia precocemente.
La pelle secca presenta un contenuto idrolipidico dello strato corneo inferiore rispetto alla norma, per deficit di componente idrica e insufficiente secrezione sebacea.

Sensibile

I dermatologi considerano una pelle “sensibile”, quando si presenta particolarmente reattiva e risponde in modo eccessivo agli stimoli
ai quali è sottoposta. È più fragile, tende ad arrossarsi e irritarsi, provocando anche prurito, bruciore e desquamazione,
sintomi che possono peggiorare in condizioni climatiche particolari
quali, il forte vento, il freddo, gli sbalzi di temperatura.

La pelle sensibile tende a invecchiare più precocemente
e a sviluppare prima del tempo rughe e macchie scure.

Grassa

I dermatologi definiscono una pelle “grassa” quando è impura,
dall’aspetto untuoso e lucido e dal colorito spento.
Al tatto appare ruvida: l’irregolarità nella trama
è data dalla presenza dei pori dilatati,
spesso accompagnati da lesioni acneiche.

Contattaci